Classici DISNEY in cinese: TUTTI I TITOLI TRADOTTI

DA JIA HAO! 🙂 Ciao a tutti! Se mi seguite sulla pagina Facebook, avrete notato che ultimamente ho pubblicato svariati link di canzoni Disney cantate in cinese.. Se non siete ancora iscritti alla mia pagina cosa aspettate?? Clicca QUI!

Bhé sono cresciuta con i classici Disney e scommetto che ancora qualcuno di voi quando sente Frizzi alla TV pensa a Wudy di Toy Story, mentre la voce di Gigi Porietti vi fa subito venire alla mente il Genio!! Vero?? Se non è così che cavolo di infanzia avete avuto?!? :p Insomma, qualche giorno fa, ero in chiacchiera con una mia amica cinese e le raccontavo quando a Parigi, sotto Notre Dame, non ho resistito e guardando la cima della cattedrale, ho iniziato a canticchiare le canzoni del Gobbo (e non vi nego che per l’emozione ho pure pianto.. Ma sorvoliamo! eheh), e mentre ero all’apice del mio racconto, la mia amica mi ferma e mi fa cadere dalla torre, dicendomi: chi è gobo di notle dam? Io con una fugace occhiata le traduco il titolo in inglese e ritorno al mio accoratissimo racconto, ma lei continuava a non capire.. Allora ho subito intuito che ANCHE per i classici Disney, come per i brand delle multinazionali (per il post clicca QUI) i cinesi adottano nomi differenti da quelli occidentali e dunque ho deciso di fare una ricerca e postarvi qui i titoli dei film Disney tradotti in cinese. Non sono ancora tutti, ma pian piano la completerò!

Iniziamo con DISNEY che in cinese si scrive 迪斯尼 e si pronuncia più o meno uguale Dísīní

Walt-Disney-Logo-in-Chinese

BIANCANEVE E I SETTENANI 
白雪公主
Báixuě gōngzhǔ
(principessa Biancaneve)
dvd9_outline_thumb
PINOCCHIO
木偶奇遇记 Mù’ǒu qíyù jì
(Avventure del burattino)
images (1)
DUMBO 
小飞象
Xiǎo fēi xiàng
(Elefantino volante)
images (2)
CENERENTOLA
仙履奇缘
Xiān lǚ qí yuán
drama-huiguniangyushujingxie-poster-mask9
ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE
愛麗絲夢遊仙境
Àilì sī mèngyóu xiānjìng
050E00005232B65767583942670C79C7
PETER PAN
小飞侠
Xiǎo fēi xiá
(Ragazzino volante)
images (3)
LA CARICA DEI 101
101忠狗
101 Zhōng gǒu
(101 dalmata)
21517
LA SIRENETTA
小美人鱼
Xiǎo měirényú
77b6070a16e7418489c381ed62790f49
 Qui di seguito vi posto la cover di “Parte del tuo mondo” cantata in inglese e in cinese. E’ sottotitolata sia in cinese che in inglese. 
LA BELLA E LA BESTIA 
美女与野兽
Měinǚ yǔ yěshòu
title
 Vi ricordate il pezzo in cui Gaston canta? Mi fa troppo ridere!  “Nella gara di sputi il più forte è Gaston”! 😉 Qui di seguito la versione cinese con sottotitoli (cinesi)
ALADDIN
阿拉丁
Ā lādīng
images (2)
IL RE LEONE
狮子王
Shīzi wáng
b0869
 Del Re Leone vi lascio anche la canzone Hakuna Matata in cinese, è sottotitolata con i caratteri cinesi, potrebbe essere utile per esercitarsi nell’ascolto.
POCAHONTAS
风中奇缘
Fēng zhōng qí yuán
(Non conosco l’esatta traduzione ma forse si potrebbe tradurre con “Il romanzo del vento”)
images (4)
IL GOBBO DI NOTRE DAME
钟楼怪人
Zhōnglóu guàirén
(Il gobbo della cattedrale)
20090502151841049561WFgwAW2ZL

Non sono riuscita a trovare video del cartoon, ma vi pubblico una delle canzoni del musical, è cantata in francese ed è sottotitolata in cinese. Io ho visto e amato la versione italiana e se non l’avete ancora mai assaporata, vi prego di cercarla in rete! Le musiche sono speciali e gli attori straordinari! Questa versione francese non mi esalta.

MULAN
花木兰
Huā mùlán
(La traduzione letterale è Fior di Magiolia. Mulan= magnolia)

download (1)

FROZEN
冰雪奇缘
Bīngxuě qí yuán
(Storia tra ghiacci e neve)

¦C¦L

BIG HERO 6
大英雄聯盟
Dà yīngxióng liánméng
(Alleanza del grande eroe)
Big_Hero_6_poster

Trailer del film

ZOOTOPIA (questo titolo vi risulterà nuovo, infatti uscirà nel 2016!)
動物烏托邦
Dòngwù wūtuōbāng
(Utopia animale)

 Per i film PIXAR clicca QUI (in fase di elaborazione)

Annunci

Glutammato monosodico | Sindrome da ristorante cinese!

Ieri in tv ho visto un documentario che illustrava come viene realizzato il kebab.. Spiegava che nei fusi industriali, la carne viene aromatizzata con spezie e sono aggiunti anche degli esaltatori di sapidità. Mi è subito venuto così in mente, un ingrediente usatissimo nella cucina cinese e giapponese (e non solo!!!!) che a volte viene citato sotto il nome di “esaltatore di sapidità”; sto parlando del glutammato monosodico ingrediente così presente tra i cibi confezionati ma ancora poco conosciuto!

Il Glutammato Monosodico (MSG) è un piccolo cristallo bianco senza un vero e proprio gusto, ma che rende gli alimenti più gustosi! E’ una sostanza costituita da una miscela di sodio e glutammato amminoacido, che insieme, formano un potente esaltatore di sapidità, cambiando quasi ogni cibo da insipido a gustoso, infatti è finalizzato ad “eccitare” le papille gustative e a farci venire ancor più voglia di mangiare prodotti che ne contengono! Non vi è mai capitato di avere quel desiderio irrefrenabile di mangiare le patatine e in un baleno aver finito tutto il pacchetto?? Beh a me è successo più di una volta, specie con le patatine Pringles ed infatti tra gli ingredienti… eccolo! Chiaramente attenti, molte aziende lo celato dietro altri nomi come; E621, idrolizzato proteico, isolato proteico di soia, autolisato di estratto di lievito, lievito, proteine vegetali o aromi naturali.(su questo video viene spiegato tutto clicca QUI, ma puoi anche leggere quest’altro articolo Clicca QUI)

MSG-005

Il glutammato monosodico, nonostante sia un ingrediente che reca dipendenza e non da benefici al nostro organismo, è ampiamente utilizzato nella cucina giapponese e cinese dove viene impiegato regolarmente (in Giappone è  venduto con il marchio Ajinomoto), ma è anche un condimento molto popolare nel Nord America, dove lo troviamo con il nome Accent. Per l’industria alimentare, il MSG è un modo semplice ed economico di aggiungere sapore a cibi confezionati come: zuppe pronte, salse, condimenti (dado da cucina), e snack.

msg425

Molti esperti incolpano il glutammato monosodico per la “sindrome da ristorante cinese”, ne avete mai sentita parlare? E’ chiamata così perché molte persone riscontravano alcuni sintomi dopo aver mangiato al ristornate cinese: mal di testa, dolori, vertigini, e bruciori al torace. Pare però che come teoria non sia attendibile (on line troverete molte notizie a riguardo ad esempio clicca QUI). In realtà, pare, che non faccia male il glutammato (anche perchè è presente in molti alimenti come il formaggio), ma il problema è di come viene usato. Infatti molte aziende aggiungono il glutammato per rendere appetibile alimenti di scarsa qualità.. Ma non ne avevo dubbi che le aziende sfornano robaccia!! Personalmente quando cerco delle ricette originali cinesi da proporre sul canale, prendo spunto da un blog cinese di cucina, ed infatti il glutammato è spesso presente tra gli ingredienti. Io non l’ho mai acquistato, nonostante negli asian market è presente sugli scaffali, ma preferisco dare sapidità alla pietanza aggiungendo spezie o una puntina di zucchero. Molti chef asiatici, si stanno dirigendo verso questa filosofia più “sana”. Voi cosa ne pensate a riguardo? Lo avete mai utilizzato? Non ne riuscita a fare a meno? O cercate di stare attenti agli ingredienti dei prodotti che acquistate?

msg

 

Il VOSTRO angolo…

FILE1350977548545-1

Ve lo avevo annunciato già su qualche video, e spero che vi piaccia l’idea che ho avuto, e cioè quella di riservarvi un angolo del blog con tutte le foto che mi spedite, molti erano felici della pubblicazione delle loro foto alla fine dei miei video, ma ho preferito pubblicarle qui, in modo che tutti possano vederle ed ammirarle! Io vi ringrazio per farmi sempre participe delle vostre scoperte e delle vostre creazioni, ricevere le vostre foto è il regalo più bello che io possa sognare! GRAZIE! ps: se vuoi vedere pubblicate anche le tue foto scrivi a corsodicinesemail@gmail.com  😉

2013-03-09-2570_afx
Foto di Alberto Di Muzio
8674156009_4e2e7488d3_o
Foto di Alberto Di Muzio
2013-03-09-2593
Foto di Alberto Di Muzio
8675256494_e78a79be29_o
Foto di Alberto Di Muzio
1012490_10202929316902194_1465050121_n
Foto di Federica Boselli
1426455_10202929319342255_881117586_n
Foto di Federica Boselli
1454822_10202929316142175_1387992216_n
Foto di Federica Boselli
1463466_10202929318302229_265254737_n
Foto di Federica Boselli
1470057_10202929320662288_1356185736_n
Foto di Federica Boselli
1471176_10202929315862168_628161673_n
Foto di Federica Boselli
Lavoro di Christian Jiang
Lavoro di Christian Jiang
1455009_10201985458152112_451984353_n
Calligrafia di Giuseppe Nesci
foto
Calligrafia di Giuseppe Nesci
giovanni pellegrino 2
Grafica di Giuseppe Pellegrino
Giovanni Pellegrino
Disegno di Giuseppe Pellegrino

Leggenda cinese: l’uccellino JINGWEI

Ieri, mentre ero in viaggio, ho finito di leggere il libro di Xiaran “Le figlie perdute della Cina” (presto ve ne parlerò) e verso la fine mi sono imbattuta in una leggenda cinese che mi ha molto colpito e fatto ancor di più comprendere lo spirito di sacrificio e di determinazione di questo popolo.  

Secondo la leggenda cinese, il dio Sole aveva una figlia che lui amata tantissimo, Nuwa, era così bella che anche l’Imperatore Giallo era pieno di lodi per lei.

Nuwa, avrebbe tanto voluto che il padre la portasse con sè durante i suoi viaggi verso il Mare Orientale, là dove sorge il sole. Ma il dio Sole era sempre molto impegnato ogni giorno per dirigere il corso dell’astro dal sorgere al mattino fino al suo calare alla sera, e non poteva portare con sè la figlia. Un giorno, Nuwa, velò una barca per andare dal padre e fargli una sorpresa, ma improvvisamente si levò una burrasca, le onde aumentarono e rovesciarono la piccola imbarcazione. Nuwe scomparve tra le feroci onde, inghiottita dal crudele mare. Suo padre era distrutto dal dolore e, incapace di far sì che i raggi del sole splendessero su di lei e la riportassero in vita, rimase solo a piangere la sua scomparsa.

Però Nuwe rinacque, ma in forma di uccello, con la testa striata, gli artigli rossi e il becco bianco. Le fu dato il nome di Jingwei, per il suo grido di lamento “Jingwei, jingwei…”

Jingwei non poteva perdonare il mare e giurò vendetta, iniziò a lavorare giorno dopo giorno, raccoglieva col suo piccolo becco piccole pietre e ramoscelli e li lasciava cadere nel mare, con la determinazione di riempirlo e renderlo una pianura arida e inospitale! Anno dopo anno, giorno dopo giorno Jingwei era sempre lì tentando di asciugare il mare, ma un giorno il mare si gonfiò, ruggì e si mise a ridere ” Uccellino” disse “Lascia stare! Anche se ti sforzi per un milione di anni non farai mai di mie una piatta pianura!” Jingwei rispose ” Anche se ci vorranno un milione di anni, fino alla fine del mondo, io ti riempirò! E farò di te un’arida terra!” 

Jingwei

E si innalzò di nuovo nell’aria gelida. Volò avanti e indietro tra il monte Fajiu, dove raccoglieva i rametti, fino al mare, era instancabile. Trascorsero mesi ed anni, fino a quando passò di lì un gabbiano. Fu sorpreso: cosa stava facendo quell’uccellino? Ma appena scoprì la storia, fu commosso dalla sua tenacia e costanza. I due si sposarono e misero al mondo numerosi pulcini: i maschi assomigliavano al gabbiano e le femmine a Jingwei e si unirono insieme a lei nell’interminabile impresa di asciugare il Mar Orientale. 

I cinesi ammirano moltissimo Jingwei per la sua ostinazione e la sua coraggiosa ambizione. Il poeta Tao Yuanming della dinastia JIn celebrò in versi la coraggiosa lotta dell’uccellino contro le onde, e la sua storia è divenuta un simbolo di splendido idealismo e di impegno. L’orgoglio del popolo per Jingwei è riflessa nei monumenti dedicati che si trovano sulla costa orientale della Cina, sulle monete e sui dipinti. 

20111231010247316 U4512P115DT20120406113739

 

Perché in Oriente hanno gli OCCHI A MANDORLA?

Quante/i di voi amano gli occhi a mandorla? E’ una caratteristica che noi occidentali apprezziamo molto, infatti alzi la mano chi tra le ragazze non ha provato almeno una volta ad allungare e stringere la forma del proprio occhio con eyeliner, ombretto e quintali di mascara? E’ inutile dire il contrario, l’occhio a mandorla regala allo sguardo un aspetto più seducente e femminile!

truccare-gli-occhi-piccoli

Io che con il trucco tento di allungare e stringere i miei occhi che sono l'anti-mandorla T.T
Io che con il trucco ho tentato di allungare e stringere i miei occhi che sono l’anti-mandorla T.T

Ci sono dei popoli che non hanno bisogno di nessun trucchetto, dal momento che gli occhi a mandorla li hanno di natura, ma vi siete mai chiesti il perché? Io l’ho scoperto da poco e voglio condividerlo, come sempre, con voi! Molti potrebbero pensare che gli occhi orientali sono più piccoli, ma questo non è affatto vero! In realtà hanno la stessa dimensione degli occhi di noi occidentali, ma presentano una zona di grasso sopra l’occhio che va a coprire completamente la palpebra.

Asian-Hooded-Lids-Vertical-Gradient-Method-Of-Eyeshadow-Application_2

Con molta probabilità questo tipo di occhio è stato ereditato dalla popolazione siberiana; infatti in Siberia il clima è caratterizzato dal freddo pungente e dai forti venti glaciali, questi occhi quindi sono il risultato di un perfetto adattamento all’ambiente, inoltre le piccole fessure oculari limitano l’entrata della luce, che altrimenti sarebbe accecante data la rifrazione del sole sulle sconfinate distese innevate. Si pensa anche che gli occhi a mandorla siano stati ereditati dalle popolazioni tibetane, dove gli antenati degli asiatici orientali, hanno vissuto per molte decine di migliaia di anni prima di migrare verso il sud, in posti più caldi ed ospitali. 

1
Bambino siberiano

Nonostante tutta la magia e la storia che gira intorno a questo taglio d’occhi (occhi che hanno ispirato molti artisti, giusto per citare due canzoni che mi vengono in mente Occhi da orientale” di Daniele Silvestri e “Chinese eyes” di Fancymolte ragazze e ragazzi orientali stanno sempre più ricorrendo alla chirurgia estetica per allargare ed occidentalizzare i loro sguardo. Il loro desiderio infatti è quello di scoprire la palpebra in modo che l’occhio appaia più grande e rotondo.

beforeandafter

eyes4606_wideweb__470x98,0