La cuoci riso NON CUOCE SOLO IL RISO

rice-cooker

Tempo fa ho trovato un articolo divertente ed interessante, che elencava tutto ciò che si può fare con una cuoci riso elettrica, oggi ve ne voglio parlare: restereste a bocca aperta! Eh sì, anche se le cuoci riso sono progettate per cuocere il riso al vapore, possono “sfornarci” altre pietanze gustose! Chiaramente mi rivolgo a tutti coloro che hanno voglia di sperimentare o che sono stufi dei soliti metodi di cottura 🙂 ! NB: il calore che sprigiona il fornellino della cuoci riso non è elevatissimo, ma di seguito vi elenco qualche ricettina da provare!

1. Insalata di melograno e quinoa

ricette_625

Ingredienti:

  • 2 tazze di quinoa, sciacquata
  • 4 tazze di acqua
  • un pizzico di sale
  • 1 tazza di semi di melograno
  • 1/2 cucchiaino di pepe
  • 1/2 tazza di menta fresca tritata
  • pinoli – tostali leggermente in una padella
  • spruzzata di succo di limone
  • olio d’oliva

Procedimento

  1. Nella pentola della cuoci riso metti la quinoa, l’ acqua e un pizzico di sale, e accendi la macchina. Volendo nell’attesa puoi tostare i pinoli! 🙂
  2. Quando la quinoa sarà cotta, toglierla della pentola, aggiungi le spezie, il suco di limone e lascia raffreddare.
  3. Prima di servire aggiungere la menta e il melograno.

Puoi servirla con una cucchiaiata di yogurt greco!

2. Pere cotte con spezieRed wine poached pears with vanilla bean mascarpone filling

Ingredienti:

  • 2 pere tagliate a metà e  pelate,
  • 2 tazze di succo di melograno
  • 2 tazze di sidro di mele
  • 3 stecche di cannella
  • buccia da un arancio o mandarino
  • 2 chiodi di garofano interi
  • 2 anice stellato
  • 3 baccelli di cardamomo nero
  • 1 pezzo di zenzero fresco, pelato e tagliato a scaglie sottili

Procedimento

  1. Metti nella pentola della cuociriso: le pere, il succo di melograno, sidro di mele, la cannella, la scorza di arancio, i chiodi di garofano, l’ anice stellato, il cardamomo baccelli.
  2. Chiudere lo sportellino della cuociriso e lasciar cuocere fino a quando le pere non saranno ammorbidite (30/40 minuti)
  3. Aprire il coperchio e girare le pere con un mestolo. Lasciate riposare per 1 ora. Trascorsa un’ora girare nuovamente le pere e lasciare riposare per un’altra ora. Se desiderate un sapore più intenso, le potete mettere nel frigo per una notte intera.
 3. Frittata di verdure
f27bf7d17f88cdecd4c5247d2db827d6

Da 2 a 4 porzioni

  • 1 spicchio d’aglio intero, sbucciato
  • 1 piccolo peperone rosso o giallo, tagliato in piccoli dadi
  • 1 piccola patata, sbucciata e tagliata finemente alla julienne
  • 1 piccola zucchine, tagliate a rondelle sottili
  • sale e pepe
  • 1 cucchiaio d’ olio d’oliva
  • 4 o 6 uova
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato

In una padella, cuoci le verdure e poi mettile da parte. Ora sbatti le uova e aggiungi il parmigiano. Nella pentola della cuociriso spargi l’olio sulle pareti e versa le uova sbattute e le verdure. Accendi la macchina e appena il ciclo di cottura sarà terminato, la frittata sarà pronta 🙂

4. Tofu e asparagi

IMG_2391_link-e1380460241875 (1)

Ingredienti:

  • 1 mazzetto di asparagi surgelati
  • tofu (fritto) a cubetti
  • 1 piccola carota, pelata, tagliata a fette sottili
  • 1 spicchio d’aglio tritato
  • 2 cucchiai di salsa di ostriche -facoltativo-
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di olio di semi
  • 1 cucchiaino. miele

Procedimento

In una terrina mixare insieme tutti gli ingredienti e cuocili nella cuoci riso per 15- 20 minuti.

 

Annunci

Dolci cotti al vapore

Il vapore in cucina fa davvero miracoli, e in Oriente lo hanno capito già da molto! Noi occidentali piano piano stiamo iniziando a capire i benefici della cucina al vapore e sempre di più ci si appresta a consumare cibi cotti mediante questa procedura; ma lo sapevate che al vapore possiamo cuocere anche i dolci?? Io ho realizzato dei cupcake vegani, senza uova e latte.

IMG_0001

Ingredienti:

3 bicchieri di farina,

1 bustina di lievito

3 cucchiai di olio di semi

mezzo bicchiere di zucchero di canna

2 1/2 bicchieri di acqua

Per la procedura seguite il video sopra.

Oltre ai cupcakes ho cucinato anche un ciambellone al cioccolato: OTTIMO! La consistenza di questi dolci è soffice, spumosa e leggera. Da provare!

P1060748

Se non avete una vaporiera, ma siete provvisti di una cuoci riso, potete versare l’impasto all’interno del cestello precedentemente oliato, e far cuocere per circa 15-20 minuti!! Non c’è bisogno di seguire una ricetta specifica, quindi adattate una delle vostre ricette preferite, l’unica accortezza che mi sento di darvi, se usate la cuoci riso mettete solo un cucchiaino di lievito (o 2 cucchiaini, regolatevi in base alla quantità di impasto) e non tutta la bustina. Non sapevate che la cuoci riso è perfetta per cuocere altre pietanze oltre il riso?? No?! Allora leggete questo articolo (CLICCA QUI)

pancakes-rice-cooker

 

RAVIOLI CINESI | Ricetta con ripieno di carne

Tra pochissimi giorni (il 19 febbraio) sarà il capodanno cinese e visto che i ravioli sono una delle pietanze più consumate durante questa festività (sono tipici del nord della Cina) ho pensato che fosse il momento giusto per postarvi la versione dei ravioli cinesi con il ripieno di carne (nel video vi propongo la versione vegana). I jiaozi o ravioli cinesi, sono fagottini di pasta sottile, con un ripieno solitamente di carne macinata . I ravioli possono essere cucinati alla piastra, bolliti o al vapore, accompagnati da una salsa. 

(Dosi per circa 60 ravioli)

Ingredienti:
4 tazze di farina
1 1/4 tazza di acqua (calda, non bollente)
1/2 kg di maiale macinato
1/2 kg di bovino macinato
2 grandi foglie di cavolo nero
1 cipolla (tagliate finemente)
2 carote piccole (oppure 1 grande) tagliata finemente
2 cucchiai di zenzero (polvere, oppure tagliato finemente)
1 cucchiaio di aglio sminuzzato
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini di olio di sesamo (va bene anche olio di semi)
2 cucchiai di amido di mais
Procedimento:
1. Mescolare la farina e l’acqua
2. Lavorate l’impasto su una superficie infarinata fino a che non diviene un impasto liscio e senza grumi.
3. Copri l’impasto con un panno umido, e lascialo riposare per 30 minuti.
4. Trascorsi 30 minuti, stendi la pasta in lunghi cilindri dello spessore di circa 2 centimetri e taglia i cilindri a pezzi
_igp6394
5. Dopo aver tagliato la pasta in tanti pezzetti, con il palmo della mano schiacciateli uno ad uno, fino a formare dei dischi e col mattarello allargateli, ma non assottigliate troppo la pasta (se avete difficoltà a creare dei dischi regolari e simmetrici, potete stendere la pasta e con un coppapasta tagliate i vostri cerchi)
images (1)Per il ripieno:
6. Mescolate la carne di maiale, e di bovino con il cavolo, cipolle, carote, zenzero, salsa di soia, olio di semi, ed amido di mais (tutti gli ingredienti dovranno essere sminuzzati)
7. Al centro dei dischi di pasta inserite un cucchiaino di ripieno e piegare i due lati sul centro e piegate i bordi per sigillare il fagottino (vi consiglio di vedere il video, dove lo mostro in maniera più chiara! ehehe)
151672-424x283-Makingmomo
Come cucinarli??
Al vapore: Mettere i ravioli sulla vaporiera e lasciarli cuocere per una decina di minuti, se non avete la vaporiera potete bollirli calandoli all’interno di una padella piena d’acqua che bolle, appena gli gnocchi salgono in superficie potete scolarli e servirli.
Alla piastra: Dopo che avete cotto gli gnocchi (al vapore o bolliti) poneteli su una padella calda e antiaderente, fateli cuocere fino a quando non saranno dorati.
Salsa piccante:
(se non vi piace il piccante potete togliere il peperoncino)
6a00d8348fae9953ef010536f6dc60970c (per 1/4 di tazza)
Ingredienti:
3 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di aceto di riso
1 cucchiaino di zucchero
2 spicchi d’aglio, tritati (facoltativi)
1 peperoncino (fatelo a fette sottili) -facoltativo-
1 cipolla verde o porro (a fette sottili)
1 cucchiaino di olio di sesamo o olio di semi
1/2 cucchiaino di olio di peperoncino (facoltativo)
Procedimento:
1. Mescolare il tutto e servire in una ciotolina! 😉

Glutammato monosodico | Sindrome da ristorante cinese!

Ieri in tv ho visto un documentario che illustrava come viene realizzato il kebab.. Spiegava che nei fusi industriali, la carne viene aromatizzata con spezie e sono aggiunti anche degli esaltatori di sapidità. Mi è subito venuto così in mente, un ingrediente usatissimo nella cucina cinese e giapponese (e non solo!!!!) che a volte viene citato sotto il nome di “esaltatore di sapidità”; sto parlando del glutammato monosodico ingrediente così presente tra i cibi confezionati ma ancora poco conosciuto!

Il Glutammato Monosodico (MSG) è un piccolo cristallo bianco senza un vero e proprio gusto, ma che rende gli alimenti più gustosi! E’ una sostanza costituita da una miscela di sodio e glutammato amminoacido, che insieme, formano un potente esaltatore di sapidità, cambiando quasi ogni cibo da insipido a gustoso, infatti è finalizzato ad “eccitare” le papille gustative e a farci venire ancor più voglia di mangiare prodotti che ne contengono! Non vi è mai capitato di avere quel desiderio irrefrenabile di mangiare le patatine e in un baleno aver finito tutto il pacchetto?? Beh a me è successo più di una volta, specie con le patatine Pringles ed infatti tra gli ingredienti… eccolo! Chiaramente attenti, molte aziende lo celato dietro altri nomi come; E621, idrolizzato proteico, isolato proteico di soia, autolisato di estratto di lievito, lievito, proteine vegetali o aromi naturali.(su questo video viene spiegato tutto clicca QUI, ma puoi anche leggere quest’altro articolo Clicca QUI)

MSG-005

Il glutammato monosodico, nonostante sia un ingrediente che reca dipendenza e non da benefici al nostro organismo, è ampiamente utilizzato nella cucina giapponese e cinese dove viene impiegato regolarmente (in Giappone è  venduto con il marchio Ajinomoto), ma è anche un condimento molto popolare nel Nord America, dove lo troviamo con il nome Accent. Per l’industria alimentare, il MSG è un modo semplice ed economico di aggiungere sapore a cibi confezionati come: zuppe pronte, salse, condimenti (dado da cucina), e snack.

msg425

Molti esperti incolpano il glutammato monosodico per la “sindrome da ristorante cinese”, ne avete mai sentita parlare? E’ chiamata così perché molte persone riscontravano alcuni sintomi dopo aver mangiato al ristornate cinese: mal di testa, dolori, vertigini, e bruciori al torace. Pare però che come teoria non sia attendibile (on line troverete molte notizie a riguardo ad esempio clicca QUI). In realtà, pare, che non faccia male il glutammato (anche perchè è presente in molti alimenti come il formaggio), ma il problema è di come viene usato. Infatti molte aziende aggiungono il glutammato per rendere appetibile alimenti di scarsa qualità.. Ma non ne avevo dubbi che le aziende sfornano robaccia!! Personalmente quando cerco delle ricette originali cinesi da proporre sul canale, prendo spunto da un blog cinese di cucina, ed infatti il glutammato è spesso presente tra gli ingredienti. Io non l’ho mai acquistato, nonostante negli asian market è presente sugli scaffali, ma preferisco dare sapidità alla pietanza aggiungendo spezie o una puntina di zucchero. Molti chef asiatici, si stanno dirigendo verso questa filosofia più “sana”. Voi cosa ne pensate a riguardo? Lo avete mai utilizzato? Non ne riuscita a fare a meno? O cercate di stare attenti agli ingredienti dei prodotti che acquistate?

msg

 

Pollo alle mandorle e verdure

 

Il pollo alle mandorle, dopo gli involtini primavera (QUI la versione non fritta)sono la pietanza più popolare tra coloro che si affacciano al mondo della cucina cinese! Il pollo alle mandorle che mangiamo al ristorante piace perchè è semplice, e le mandorle gli da quel tocco di “esotico e strano”! Insomma alzi la mano chi l’ha assaggiato almeno una volta! Ecco visto.. Quasi tutti! 🙂

La ricetta che vi propongo mi è stata consigliata da una mia amica cinese e vi assicuro che è deliziosa!

INGREDIENTI:

Usate le verdure che avete in casa (NB: le quantità regolatele in base alle vostre esigenze. Io sono andata ad occhio e a gusto personale).

Peperone rosso.

Porro

Cipolla

Carote tagliate a rondelle

Gambo di sedano

Carne di pollo tagliata a cubetti

Mandorle pelate (tenere a mollo per 30 min circa, si devono ammorbidire)

Maizena

Salsa di ostriche (va bene anche salsa di soia)

Zucchero

P1060039

PROCEDIMENTO:

Laviamo il petto di pollo, lo strizziamo e lo mettiamo in una ciotolina

 

P1060041

 

In un 1/2 bicchiere abbondante di acqua fredda facciamo sciogliere 2 cucchiai di maizena (dobbiamo girare fino a quando non ci sono più grumi) e versiamo tutto nella carneP1060042

Aggiungiamo la cipolla e un cucchiaio abbondante di salsa di ostriche. Se non avete la salsa di ostriche aggiungete la salsa di soia.P1060044

Mescoliamo e lasciamo marinare per una mezz’oretta.P1060045

In un wok, va bene anche una padella, aggiungete un po’ d’olio d’oliva o di semi (come preferite) appena l’olio è abbastanza caldo, con una forchetta prendiamo la carne e la facciamo cuocere fino a quando è bianca tutta la superfice.

Quando la carne è tutta bianca (ma ancora non cotta del tutto) la togliamo dal wok e iniziamo a cuocere le verdure. Dopo qualche minuto di cottura aggiungiamo 2 cucchiai di salsa di soia, un cucchiaino di zucchero e aggiungiamo nuovamente la carne.

Adesso, aggiungiamo le mandorle e in un mezzo bicchiere di acqua fredda facciamo sciogliere 1 cucchiaio di maizena e lo versiamo nel wok, giriamo prontamente e attendiamo che si formi la cremina densa e tipica della cucina cinese. E il piatto è pronto!pollo (2)

Salsa Barbecued (BBQ) cinese

Ultimamente sugli scaffali dei supermercati nostrani, tra le varie salse, ho iniziato a vedere che sempre più aziende stanno producendo le loro salse barbecued (abbreviato BBQ). In America ne vanno matti, ma anche in Cina non scherzano! Loro la chiamano 叉燒 Cha shao o char siu,ed è una salsa agrodolce piuttosto densa, si sparge sulla carne durante la cottura o subito dopo averla cucinata. La possiamo trovare nei minimarket asiatici, venduta in barattoli.

41A9IMRj12L._SL500_AA300_

(Se voleste riprodurla in casa, è FACILISSIMA da preparare, ma vi avverto: ci vogliono svariati ingredienti non di facile reperibilità..)

INGREDIENTI E PROCEDIMENTO 

In una ciotolina metti:

2 cucchiai di salsa hoisin ( se non hai questa salsa metti in parti uguali ketchup, melassa (se non trovi la melassa, prova con miele d’acero e un pò di zucchero sopra, oppure sciroppo d’agave) e salsa di fagioli dolci.

1 cucchiaio di salsa di fagioli

1 cucchiaio di salsa di ostriche

1/2 bicchiere di vino bianco dolce

Amalgama il tutto e aggiungi anche:

2 cucchiai di salsa di soia scura (va bene anche quella chiara)

1 cucchiaio di semi di sesamo tostati (facoltativi)

1 cucchiaio di miele

Mischia bene ed è pronto da aggiungere sulla carne!

Se vuoi conoscere come sostituire gli ingredienti cinesi (clicca qui)

spareribs_blackbeans

Matcha latte drink

Oramai conosciamo bene i potenziali benefici del tè, infatti è capace di fortificare le nostre difese immunitarie e anche di contrastare delle malattie croniche, ma forse non tutti sanno che la qualità Matcha (una polvere pregiata di tè verde prodotta di Giappone), è consigliata come integratore per preservare la nostra bellezza, come anti-age; migliora la concentrazione e ci aiuta ad affievolire la spossatezza data dal cambio di stagione!

images (1)

In cucina è una polvere molto usata, viene infatti impiegata per preparare gelati, spaghetti, pasta fresca, biscotti (clicca qui per la mia ricetta), ma viene anche aggiunta a vellutate, ad esempio come quella di asparagi! Alle pietanze dona uno splendido color verde e un sapore vagamente vegetale ma dolciastro. A me piace molto e spesso lo aggiungo nell’impasto dei plum cake!! 😉 Se vi state chiedendo dove acquistare la polvere di tè, niente paura! E’ reperibile nei negozi che vendono tè e tisane (quelle fornite), oppure in alcuni minimarket asiatici (in questi riuscirete a risparmiare), oppure se non avete minimarket asiatici vicino , vi consiglio di acquistarla on line. (Ci sono tante varianti di tè matcha, ma vi avverto che ognuna è piuttosto costosa..) Qui qualche sito: The Republic Of Tea, Emporio Ecologico, Il Giardino dei Libri (non conosco la serietà di questi siti -io acquisto solo negli asian market- quindi prima di fare shopping informatevi bene!)

Oggi vi propongo una bevanda molto conosciuta non sono in Oriente che si chiama Matcha latte, vi posto la versione calda e quella fredda! Poi ditemi quale preferite! 😉 

 VERSIONE CALDA

1 1\2 cucchiaino di polvere di tè verde (matcha)

2 cucchiai di acqua calda (non bollente)

1 bicchiere di latte (di mucca, soia, mandorle. Quello che preferite)

1 cucchiaio di zucchero o di miele (facoltativo)

  • In una tazza aggiungere il tè in polvere e l’acqua, con un frullino da cappuccino, oppure con l’apposito frustino di bambù (se non avete questi utensili va benissimo un cucchiaino) mischiate e fare dissolvere la polvere senza lasciare grumi.
  • Su un pentolino aggiungere il latte e lo zucchero e fateli bollire appena, spegnete il fuoco ed immergete il frullino da cappuccino nel latte, azionarlo fino a quando non c’è abbastanza schiuma.
  • Ora versate il latte nella tazza dove c’era il tè matcha, e a piacere spolverizzate un po’ di tè in polvere sulla schiuma.

matcha-latte

 

VERSIONE FREDDA

1 1\2 cucchiaino di polvere di tè verde (matcha)

2 cucchiai di acqua temperatura ambiente (non acqua fredda)

1 bicchiere di latte (di mucca, soia, mandorle. Quello che preferite)

Cubetti di ghiaccio

1 cucchiaio di zucchero o di miele (facoltativo)

  • In una tazza aggiungere il tè in polvere, l’acqua e lo zucchero. Con un frullino da cappuccino, oppure con l’apposito frustino di bambù (se non avete questi utensili va benissimo un cucchiaino) mischiate e fare dissolvere la polvere senza lasciare grumi.
  • In un bicchiere aggiungi: i cubetti di ghiaccio, il latte e il tè matcha (che precedentemente abbiamo sciolto in acqua).
  • Se vuoi sulla superficie spolverizza un po’ di tè matcha in polvere.

kyotofu3

Bevanda | Tapioca, latte di cocco e mango

E’ una bevanda davvero deliziosa! Per chi mi segue sa il mio amore per il Bubble tea (se non sai cos’è clicca qui!), ma questo drink me lo ha annebbiato! E’ riuscito a rendere il bubble tea, una bevanda NOIOSA ehehe forse esagero, ma vi assicuro che il mix di ingredienti di questa bevanda che sto per proporvi è davvero strepitoso! E’ un drink, dolce, nutriente, profumato e cremoso.. Hummmmmm 🙂 Prima di elencarvi l’occorrente, voglio scrivervi le proprietà dei vari ingredienti (infondo nel video vi parlo di bevanda non dietetica ed ora vi spiego perchè:

Latte di Cocco

coconut-milk

Il latte di cocco non contiene lattosio (perfetto per chi, come me, è intollerante al latte vaccino), non ha colesterolo, ma fornisce molte calorie ed è ricco di grassi saturi, ciò lo rende molto nutriente.

Perle di tapioca

images (1)

Le perline di tapioca sono molto più semplici da reperire (negozi equo e solidali, biologici, negozi asiatici, supermercati forniti), perchè sono utilizzate nella preparazione di dolci o piatti salati, oppure sono impiegate semplicemente come addensante. E’ ricca di carboidrati e ma povera di grassi.

Latte di mandorle

almond-milk-1

È un latte piuttosto calorico, con un contenuto di grassi intermedio tra latte vaccino intero e parzialmente scremato, ma anche in questo caso si tratta di grassi prevalentemente polinsaturi. Le mandorle, sono ricche di nutrimenti indispensabili che dovrebbero far parte di ogni dieta sana: antiossidanti (vitamina E) con effetti benefici sulla salute dell’apparato cardiovascolare. Contiene inoltre fibre e minerali.

Detto questo vi elenco gli ingredienti che quali potete modificare a vostro piacimento:

3-4 cucchiai di perline di tapioca

un cucchiaio di miele

3/4 di bicchiere di latte di mandorle

1 o 2 cucchiai di latte di cocco (parlo di cucchiai, perchè il latte di cocco si presenta in forma piuttosto solida)

Spicchi di mango o di qualsiasi altra frutta (la pera andrebbe bene).

 

In un pentolino far cuocere la tapioca per 10 minuti circa, fino a quando non diventa trasparente e leggermente vischiosa, a questo punto filtrate con un colino la tapioca sotto l’acqua fredda e mandate via tutta la parte vischiosa che si è formata.

Nel pentolino mettiamo il latte di mandorle, il latte di cocco e il miele, giriamo fino all’ebollizione. Spegniamo il fuoco e aggiungiamo la tapioca. Giriamo e versiamo nel bicchiere aggiungendo i pezzi di frutta.

images (2)

Se la bevanda la preferite più densa aggiungete più tapioca e se volete renderla più estiva tenetela in frigo per un paio d’ore o aggiungete del ghiaccio! 🙂

 

胃口好! Buon appetito! 

 

 

 

Arte contemporanea cinese – I nomi degli artisti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

wqingsong28 Di Wang Qinsong

Detail of Past, Present and Future

C-print

120 x 550 cm

Courtesy Collection Guy & Myriam Ullens Foundation, Switzerland

 

 

 

wang-zhaojun_liu-zhengWang Zhaojun di Liu Zheng

wangnindge25

 

Di Wang Nindge

 

 

 

ibelivei

Di Han Ya Juan

 

han-yajuan1-1

Di Han Ya Juan

 

Gao Yu - The plantation on the moon

Di Gao Yu The plantation on the moon

ding_liu-power~OM208300~10528_20110414_UK000111_202

 

Di Ding Liu

Sostituzione ingredienti cinesi

Alzi la mano chi non si è arreso guardando la lista degli ingredienti delle mie ricette!! eheh eh già, una delle domande più frequente sotto i video di cucina è: come posso sostituire gli ingredienti di difficile reperibilità?  A riguardo avevo registrato un video dedicato, ma qui nel blog voglio scrivervi una lista aggiornata e dettagliata..

Quando manca un ingrediente, che cosa si può fare? In primo luogo, non disperate!! 😉 Di tutte le cucine internazionali, la cucina cinese è probabilmente quella più adatta a soluzioni creative!

Ingrediente Sostituto
Germogli di bambù Cavolo bianco/cavolo verza
Bok choy Sedano o bietola
Noodles Tagliatelle all’uovo secche
Salsa Chili 1 tazza di salsa di pomodoro, 1/4 tazza di zucchero di canna, 2 cucchiai di aceto, 1/4 cucchiaino di cannella, pizzico di chiodi di garofano e pepe
Cinque spezie in polvere Uguali quantità di: cannella, anice stellato, chiodi di garofano, finocchio, e pepe del Sichuan. Se non avete il pepe di Szechuan utilizzate il pepe nero.
Coriandolo (prezzemolo cinese) Prezzemolo (è usato per le decorazioni, non incide sul gusto)
Latte di cocco Latte di mucca e se fosse possibile con l’aggiunta in parti uguali di estratto di noce di cocco.
Galangal
(usato nella cucina Thai)
Lo zenzero fresco
Zenzero Fresco Zenzero in polvere
Spicchi d’aglio un pizzico d’aglio in polvere
Salsa Hoisin In parti uguali: ketchup, melassa (se non trovi la melassa, prova con miele d’acero e un pò di zucchero sopra, oppure sciroppo d’agave) e salsa di fagioli dolci.
Maizena (amido di mais) Fecola di patate
Lemongrass o citronella
(Utilizzato nella cucina Thai)
Scorza di un limone
Farina di radice di loto Farina di granturco
Funghi neri Funghi freschi nostrani (il gusto del piatto sarà diverso)
Salsa d’ostriche Salsa di soia
Aceto di riso Sherry secco, aceto di vino bianco, aceto di malto
Olio di sesamo 1 cucchiaio di semi di sesamo fritti in 1/2 tazza di olio vegetale
Salsa di soia Salsa giapponese tamari o la salsa inglese Worcester.
Castagne d’acqua Jicama (patata messicana)