I prodotti che derivano dalla soia

Come dicevo nell’articolo precedente, dalla soia gialla derivano tantissimi alimenti che in questo articolo vi voglio elencare e descrivere.

Latte di soia

latte-di-soia-calorie

Tutti lo conoscono e chi è vegetariano o intollerante al lattosio (come me) almeno una volta l’ha provato! Sinceramente non ne sono una grande estimatrice, ha un sapore erbaceo che ricorda quello dei fagioli, e per questa sua particolarità ne esistono di aromatizzati alla vaniglia, al cacao ecc. ma niente da fare, anche aromatizzato non mi piace proprio (ora bevo solo latte di riso o di mandorle). Nonostante non sia il mio alimento preferito, quando ho letto che farlo in casa non è difficile ci ho voluto provare comunque. Effettivamente è davvero semplice, basta mettere a bagno i semi di soia gialla, frullarli in un frullatore con dell’acqua, far bollire tutta la poltiglia per una mezz’oretta e poi filtrare il liquido, aggiungere dello zucchero di canna o baccelli di vaniglia e il latte è servito! Soddisfazione pazzesca! Quando lo produco lo uso per fare i dolci, la besciamella o per i frullati!

Lo yogurt di soia

Fortunatamente acquistare lo yogurt di soia non è più difficile come poteva esserlo qualche tempo fa, quando solo nei negozi specializzati veniva distribuito, ma da un pò anche la Coop lo produce. Lo yogurt di soia, a differenza del latte, a me piace molto, il sapore di fagiolo è davvero poco pronunciato e volendo si può produrre anche in casa! Il modo più semplice è quello di acquistare una yogurtiera (on line se ne trovano di tutti i tipi e per tutte le tasche)!

Yogurtiera

La farina di soia

farina_di_soia

Si ottiene dai semi di soia gialla arrostiti e ridotti in polvere. Ha un elevato contenuto di proteine, dal 40% al 50%, e sali minerali. La possiamo trovare in due versioni: integrale, o priva in parte dei suoi grassi. Si usa mescolata con la farina di grano come una normale farina.

I germogli di soia

germogli-di-soia-saltati

I germogli di soia (viene usata la soia verde), li possiamo trovare ovunque, anche in scatola o imbustati. La germogliazione rende facilmente assimilabile le sostanze presenti nel seme, inoltre la germogliazione innesca la formazione della vitamina C ed un aumento del contenuto di minerali (assorbiti dall’acqua) e di alcuni aminoacidi essenziali. Produrli a casa è semplicissimo, io l’ho fatto spesso e da grandi soddisfazioni 🙂

Il tofu

tofu

Molti lo conoscono anche come “formaggio di soia”, ma non ha nulla a che fare con il formaggio, non puzza  e non ha colesterolo! :p Si produce sempre con la soia gialla e ha un basso contenuti di grassi, l’ideale in zuppe, come contorno insieme alle verdure, a cubetti nel riso o nella pasta, insomma è molto versatile. Il sapore è piuttosto delicato e ha la consistenza morbida, ma non cremosa.

Le salse di soia

soia-IMG_2414-int

Di salse di soia ce ne sono di diverso tipo e di diverse marche e oramai anche nei supermercati nostrani la troviamo piuttosto facilmente. La salsa tamari, tamari soyou, chiamato anche soyou, sono più ricche di proprietà salutari, e con un alto contenuto di proteine e sali minerali. La salsa di soia la possiamo usare al posto del sale e per condire vari alimenti (io l’aggiungo anche nelle zuppe!)

Il miso

Il miso lo adoro, mi piace da matti!! E’ una pasta densa, piuttosto salata, dal gusto intenso e aromatico; è adatto per esaltare il gusto di pietanze. Viene prodotta in Giappone da oltre 2000 anni; si ottiene lasciando fermentare i fagioli di soia per un lungo periodo (a volte anche anni) in botti di legno. Viene impiegata per la preparazione di zuppe, le quali sono anche a scopo curativo contro i raffreddori e riequilibrare la flora intestinale.

L’olio di soia

8003170003163_jpg

Conad, Esselunga e molte altre aziende producono l’olio di soia. Per la prima volta l’ho acquistato recentemente dopo aver letto che dal punto di vista nutrizionale è nettamente inferiore all’olio extravergine d’oliva, ma per retaggio non riesco ad usarlo a crudo e quindi lo impiego solo per dolci e per friggere..

Annunci

Soia gialla

Un mesetto fa è venuta a trovarmi la mia amica Alice e prima che andasse via le ho lasciato un sacchetto con della soia gialla; gliene avevo parlato molto ma non le avevo mai spiegato come poterla usare! Quindi ne approfitto per spiegarle quel che ho imparato sulla soia gialla, e spero che possa essere d’aiuto anche a voi!

I semi di soia gialla sono quelli che raggiungono le dimensioni più grandi e hanno la parte esterna più resistente degli altri semi. Possiamo trovarli nei supermercati specializzati in alimenti biologici e forse anche in supermarket ben forniti!

Soia_gialla
Soia gialla secca
P1050340
Dopo 12h in ammollo

  P1050343

Questa soia viene comunemente utilizzata per produrre l’olio, farina o latte di soia, ma possiamo anche consumarla come dei semplicissimi ceci. Quando vogliamo cucinarla dobbiamo lasciare i semi in ammollo per circa 10 – 12 ore. Per la soia l’ammollo è importante perché, oltre a diventare più morbida e quindi più semplice da cucinare, si conserveranno i principi nutritivi e la digeribilità. Dopo le 12 ore in acqua, i semi raddoppieranno di dimensioni e una buona abitudine potrebbe essere quella di massaggiarli in modo energico prima di cuocerli, in modo che perdano la loro pellicina trasparente, che può essere causa di fastidiose flatulenze!!! Prrrr!! :p Il sapore è meno deciso di quello dei ceci e possiamo aggiungerla a minestroni, contorni con verdure ecc.. Insomma è molto versatile!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Proprietà:

I semi di soia contengono circa 122 Kcal per 100 gr e possiedono vitamine (in particolare A), minerali (potassio, fosforo e magnesio), e potere antiossidante! Contiene pochissimi grassi e carboidrati ed è priva di glutine e quindi perfetta per i celiaci! Insomma aggiungerla alla dieta sarebbe cosa buona e giusta! 😉

Consigli:

Ho letto su molti articoli che la soia è uno degli alimenti che più di tutti subisce manipolazioni genetiche, quindi è consigliabile acquistare soia biologica. Qualche giorno fa sono stata a NaturaSì della mia città, ma la soia gialla non arriva da tempo e allora l’ho acquistata in un minimarket asiatico, sicuramente non è biologica, ma non credo che per una volta possa far poi così male!

Se la conoscete fatemi sapere se vi piace e come la cucinate! Io ho provato a fare il latte di soia ed è buonissimo e semplicissimo fare in casa!